Come è nato The Amazing Spider-Man?

La storia della produzione dei film di Spider-Man

Amazing-Spiderman.jpg


C'era molta attesa e curiosità intorno a questa nuova versione dell'uomo ragno. Ma anche parecchi pregiudizi. L'accusa era semplice: c'era davvero bisogno di raccontare nuovamente le origini di Spider-Man dopo ben tre film? Non si sarebbe potuta proseguire la saga, piuttosto cambiando il cast, senza cancellare i tre film di Sam Raimi?


Effettivamente di storie, personaggi e villain da mettere in campo ce n'erano a bizzeffe senza dover ripescare zio Ben e il capitano Stacy.
Ma andiamo con ordine e partiamo dagli anni '90.

È appunto da quel periodo che il progetto di un film di Spider-Man è passato di mano in mano per oltre dieci anni. Tobe Hooper (Non aprite quella porta), James Cameron (Avatar) e David Fincher (Seven) sono solo alcuni dei tanti registi che sono andati vicini a dirigere Spider-Man.


Solo nel 2002, dopo il riuscito esperimento Blade (che funse da cavia per vedere la risposta del mercato ad un nuovo tipo di film di supereroi), esce finalmente Spider-Man, diretto da Sam Raimi (La Casa) e interpretato da Tobey Maguire.


Il film racconta le origini del nostro "amichevole Uomo Ragno di quartiere", il suo amore per Mary Jane (interpretata da Kirsten Dunst) e lo scontro mortale con Norman Osborn alias il Goblin.


spiderman_wallpaper_006.jpg


Il secondo capitolo del 2004 è ancora migliore del già buono capostipite, e vede Peter scontrarsi con il Dottor Octopus.


Il terzo capitolo, datato 2007, è quello invece meno apprezzato dai fan. Qui i villain sono addirittura tre, Venom, l'Uomo Sabbia e il nuovo Goblin, ma è l'ingresso di Gwen Stacy a far storcere il naso ai lettori del fumetto. Gwen è un personaggio molto amato e quello visto sullo schermo era troppo differente come carattere dalla sua versione cartacea.


Ed è a questo punto che nascono i problemi. Prima Raimi, poi Maguire e la Dust, lasciano la produzione dicendosi non disponibili per un quarto capitolo. Poi fanno marcia indietro e si mettono in cantiere addirittura tre nuovi capitoli (Spider-Man 4, 5 e 6).


Si era già partiti con la pre-produzione del quarto (con Lizard, l'Avvoltoio e Felicia Hardy) quando nel gennaio 2010 la Sony mette la parola fine al progetto Spider-Man 4.


Si decide per un roboot: nuove origini, nuovo regista, nuovo cast. Il protagonista sarà Andrew Garfield (GUARDA TUTTO IL CAST) e il film diretto da Mark Webb, regista della commedia (500) giorni insieme.


Sceneggiatura affidata a James Vanderbilt (Zodiac), supportato da Alvin Sargent (già autore di Spider-Man 2 e Spider-Man 3) e da Steve Kloves (sceneggiatore della saga Harry Potter).


Non c'è più Mary Jane Watson, ma al suo posto la fidanzata storica di Peter: Gwen Stacy. Antagonista il dottor Curt Connors, alias Lizard (come nel progetto di Spider-Man 4).


The-Amazing-Spider-Man-Peter-Gwen.jpg


E a voi quale versione di Spider-Man è piaciuta di più? Quella di Raimi o quella di Webb?
Potete votare commentando qui sotto o sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/pages/PianetaFumettoblogosfereit/153573884663597


 


LINK UTILI


The Amazing Spider-Man: ecco il cast


Pianeta Fumetto: la pagina Facebook


I 50 anni di Spider-Man in mostra al Museo del Fumetto di Milano

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO